Prestiti senza busta paga con garante

Richiedere un prestito comporta la presentazione di una serie di documenti e nella maggior parte dei casi anche della busta paga: questo perché tale documento certifica la posizione lavorativa del richiedente e assicura la restituzione della somma ottenuta. Ma se si possiede una busta paga che non può garantire sulla carta la restituzione della somma richiesta per l'intero periodo di copertura del prestito oppure non si possiede affatto uno stipendio quindi una busta paga, allora bisogna avvalersi di altre garanzie da presentare per ottenere un prestito anche se si è disoccupati.

Viste le attuali difficoltà economiche dei paesi europei e non solo, sempre più banche e istituti di credito danno la possibilità di ottenere un prestito senza la busta paga, andando incontro alle esigenze di chi ha difficoltà, richiedendo come garanzia la figura di un garante, una persona cioè che può assicurare la copertura del debito, ad esempio attraverso una fidejussione con beneficio di escussione o con una solidale. Anche qualora si percepisca un’entrata derivante da un canone di locazione per un immobile di proprietà, ottenere un finanziamento senza busta paga sarà di norma possibile, a patto che gli altri requisiti vengano rispettati.

Per ottenere una somma consistente, potrebbero essere richieste delle garanzie ulteriori, come l’ipoteca su un immobile di cui si è proprietari o la presenza di un cointestatario, e le tempistiche saranno generalmente più lunghe di quanto previsto per i piccoli prestiti.

Una categoria che merita una considerazione ulteriore è quella degli studenti, che potrebbero necessitare di una piccola somma per finanziare gli studi pur non disponendo ancora di una entrata fissa. In questo caso, esistono soluzioni ad hoc con tasso agevolato: se rientri in questa casistica, orientati su un prestito d’onore.

Di seguito puoi leggere tutte le news e gli aggiornamenti pubblicati da Facile.it sul tema dei prestiti senza busta paga.