Le spese dei figli si pagano con i prestiti a tasso zero

Le spese dei figli si pagano con i prestiti a tasso zero

Quanto costa avere un figlio? A rispondere a questa particolare domanda ci ha pensato solamente qualche giorno fa Doxa, nota società indipendente di ricerca e analisi di mercato operante in Italia.

Se da un lato, secondo quanto evidenziato dai numerosi osservatori di settore, i numeri relativi alla natalità nel nostro paese sembrano essere in caduta libera, dall'altro però troviamo genitori sempre più premurosi. Sono in crescita infatti, le famiglie italiane che, per assicurare un buon livello di benessere ai propri pargoli, decidono di fare ricorso ad un finanziamento in modo da affrontare piccole e grandi spese con un grado maggiore di serenità. A sostenere questa scelta delle famiglie ci pensano anche le maggiori opportunità messe a punto dai vari istituti di credito che, grazie ai prestiti personali a tasso zero e prodotti specifici, propongono soluzioni sempre più appetibili.

Stando ai numeri messi in luce da Doxa, che ha analizzato le spese delle famiglie italiane con figli di età compresa tra i 3 e i 13 anni, si tratta di un giro d'affari che vale ormai 3,3 miliardi di euro, con una crescita dell’1,3% nel 2017. Non solo giocatolli e tv, la buona notizia è che la voce di spesa più consistente si sarebbe registrata sul fronte dei libri, con un +7,9% su base annua, dato incoraggiante che getta le base di un futuro più roseo per i giovani. In termini numerici il volume d’affari del comparto vale circa 234 milioni di euro.

Il rovescio della medaglia però è che i nostri connazionali vanno sempre meno al cinema, con una curva che ha messo in luce una riduzione dl 30% in 12 mesi, ma non badano a spese per trascorrere qualche ora di spensieratezza con i propri figli al parco giochi.