La proposta di Banca di Asti per i prestiti auto

La proposta di Banca di Asti per i prestiti auto

A partire dal prossimo 31 marzo 2019 la circolazione sulle careggiate del Nord del nostro paese sarà interessata da nuove limitazioni che riguarderanno sia i veicoli diesel Euro 3, Euro 2, Euro 1 e Euro 0 sia i mezzi benzina Euro 0. Si tratta di un provvedimento che avrà conseguenze su moltissimi italiani: secondo quanto reso noto in un articolo de Il Sole 24 Ore, saranno 873 mila in Lombardia, 768 mila in Veneto e 470 mila in Piemonte.

Una situazione, questa, che porterà inevitabilmente gli automobilisti di queste regioni in molti casi a fare un investimento: l’acquisto di un nuovo veicolo. Un progetto che obbligherà molti italiani a dover fare i conti con il budget disponibile e, in tanti casi, procedere con la richiesta di un prestito auto ad hoc.

Su questo fronte particolarmente interessante risulta essere l’iniziativa lanciata di recente dalla e banche del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti e Biver Banca che hanno studiato due diverse soluzioni per sostenere nel concreto le famiglie che si trovano ad affrontare questa spesa. Si chiama ErbaVoglio il prodotto di prestito auto studiato dagli istituti che permette di ottenere la cifra necessaria all’acquisto di un veicolo in un arco di tempo molto ridotto, avendo al contempo la possibilità di personalizzare il rimborso stabilendone sia l’entità della rata che la durata del piano stesso. Inoltre questa soluzione di credito offre anche la possibilità di estinzione anticipata senza penali. L’altra soluzione ideata riguarda più da vicina l’ambito della mobilità, attraverso una proposta di Noleggio a Lungo Termine in stretta collaborazione con ALD Automotive Italia. Grazie a questa opportunità, infatti, si possono pianificare i costi per l’utilizzo di un mezzo evitando in parallelo anche spese impreviste. Non solo, al termine del periodo di noleggio sarà possibile permutare il proprio vecchio mezzo e acquistare quello nuovo a condizioni molto vantaggiose.