Decreto Sud: agevolazioni per i giovani imprenditori

Decreto Sud: agevolazioni per i giovani imprenditori

Dai primi di agosto ha concluso il suo iter ed è legge il Decreto Sud, una serie di provvedimenti che nell’intenzione del governo dovrebbero contribuire a rilanciare l’economia del Mezzogiorno anche tramite agevolazioni e prestiti a fondo perduto destinati principalmente ai giovani imprenditori di Sicilia, Sardegna, Puglia, Molise, Campania, Calabria, Basilicata e Abruzzo.

Il finanziamento complessivo previsto è pari a 1.250 milioni di euro da destinare alle attività avviate da under 35. Per agevolare le imprese agricole di imprenditori di età non superiore a 40 anni saranno invece impegnati 50 milioni di euro.

Nell’ottica di un rilancio che eviti l’abbandono territoriale, la misura chiamata Resto al Sud prevede, per i progetti imprenditoriali meritevoli, finanziamenti agevolati fino a 50.000 euro, a fondo perduto per una quota pari al 35%, e a tasso zero per il restante 65%. Il finanziamento Resto al Sud può essere richiesto da più soggetti che abbiano già formato o abbiano intenzione di formare una società, e a ciascuno spettano 50.000 euro fino al raggiungimento del totale massimo ammesso al finanziamento, fissato a 200.000 euro. Per poter rientrare nel progetto è necessario essere residenti al Sud nel momento in cui si presenta la domanda oppure trasferirsi entro 60 giorni dalla comunicazione di accettazione dell’istruttoria. Chi fa domanda dall’estero ha 120 giorni di tempo.

Per quanto riguarda il recupero delle terre abbandonate o incolte, la nuova legge incarica i comuni delle regioni interessate di identificare aree edificate e terreni agricoli di proprietà comunale in stato di abbandono da almeno 10 anni, per procedere a un bando pubblico affinché siano dati in concessione a giovani tra i 18 e i 40 anni che abbiano un progetto concreto di valorizzazione e investimento. La concessione avrebbe una durata di nove anni rinnovabile una sola volta. I progetti di valorizzazione possono rientrare nella misura Resto al Sud e quindi beneficiare dei finanziamenti agevolati descritti in precedenza.