Cessione del doppio quinto: cos'è, come funziona e come richiederla

Cessione del doppio quinto: cos'è, come funziona e come richiederla

I prestiti con la cessione del quinto sono tra i finanziamenti più utilizzati in Italia, un tipo di prestito personale non finalizzato estremamente flessibile e versatile. I prestiti con la cessione del quinto possono essere richiesti esclusivamente dai lavoratori dipendenti, che possono ottenere un finanziamento di importo pari alla propria capacità di rimborso.

Se con la cessione del quinto classica l’importo richiedibile è vincolato al proprio reddito, poiché la rata mensile di rimborso del prestito non può superare il 20% dello stipendio netto, per aumentare tale quota è possibile richiedere invece un prestito con la cessione del doppio quinto. Si tratta sempre di un prestito personale non finalizzato, tuttavia la rate mensile del finanziamento può arrivare fino al 40% del reddito da lavoro dipendente.

In questo modo un lavoratore dipendente con una busta paga di 1.200 euro, con la cessione del quinto semplice può richiedere un prestito con una rata mensile fino a 240 euro, mentre con la cessione del doppio quinto fino a 480 euro. Ovviamente con il prestito a doppio quinto, anche chiamato prestito delega, si possono richiedere prestiti con importi più elevati, risolvendo i normali problemi di liquidità della vita quotidiana.

Per poter richiedere un prestito delega è necessario avere un contratto di lavoro dipendente, a tempo indeterminato oppure determinato. In questo caso però esiste un vincolo legato alla durata massima del rimborso del prestito, che non può essere superiore rispetto a quella del proprio contratto di lavoro. La durata della cessione del doppio quinto può andare da un minimo di 12 mesi fino a un massimo di 120 mesi, a seconda dell’importo del finanziamento, dell’età del richiedente e del reddito percepito.

Con il prestito delega il pagamento delle rate mensili viene effettuato direttamente dal proprio datore di lavoro, attraverso una trattenuta sulla busta paga di importo pari a quello della rata del prestito. Quasi sempre viene richiesta anche la sottoscrizione di una polizza assicurativa abbinata al finanziamento, contro il rischio di morte, malattia grave e perdita del lavoro. Il costo dell’assicurazione viene inserito all’interno della rata mensile, perciò viene pagato tramite la rateizzazione insieme alle rate del prestito.

I documenti necessari per richiedere un prestito con doppio quinto sono un documento d’identità valido e riconosciuto, come il passaporto, la carta d’identità o la patente di guida, il codice fiscale e l’ultima busta paga. I prestiti delega sono riservati ai lavoratori dipendenti privati, pubblici e statali. Quest’ultimi possono beneficiare di particolari condizioni economiche vantaggiose, infatti le banche e le finanziarie sono solite offrire prestiti convenienti per dipendenti statali e pubblici, grazie alle numerose convenzioni stipulate con ministeri, enti e amministrazioni pubbliche.