Prestito chirografario

Il prestito chirografario è un finanziamento di tipo fiduciario, il cui rimborso è garantito dalla capacità reddituale e dal patrimonio del richiedente. A differenza di quanto avviene in un mutuo, un prestito di tipo chirografario non è assistito da ipoteca ed è concesso per un periodo di tempo inferiore, in genere compreso entro 10 anni.

Il prestito chirografario si distingue da altre forme di finanziamento perché il rimborso viene garantito personalmente dal debitore. La garanzia è rappresentata dalla firma del contratto, come indica il nome stesso (chirografario deriva dal greco antico e significa comprovato da un documento scritto). Più in generale, si parla di crediti chirografari quando il finanziamento non è coperto da garanzie personali (come la fideiussione) o reali (pegno o ipoteca).

Dal momento che non sono assistiti da ipoteca né da altri tipi di garanzie, i prestiti chirografari sono concessi per importi contenuti (fino a 30.000 euro). Possono essere richiesti sia dai privati, sia dagli autonomi e dalle imprese. Spesso vengono richiesti per finanziare interventi di manutenzione in ambito condominiale o su immobili per i quali sarebbe difficoltoso iscrivere un'ipoteca. Questo tipo di finanziamento rappresenta un'alternativa sia ai mutui sia ai prestiti personali ed è una soluzione più semplice da gestire in tutti i casi in cui il debitore ha bisogno di un importo contenuto e può contare su un reddito o un patrimonio sufficienti ad assicurare la copertura del finanziamento.